Tecnicamente's Weblog

Just another WordPress.com weblog

Archivi delle etichette: Linux

Ridare vita ad un Acer Aspire ONE A110B e scoprire Sakis3g

Nel post di questa sera mi pacerebbe parlare della mia esperienza di “resurrezione” fatta con un simpatico Acer Aspire ONE zg5, per capirci questo qui nella versione 110B.

La versione più sfigata che poteva esserci, non fatevi trarre in inganno dallo storage SSD, è proprio lo storage a rendere lentissimo il computer.

OK mi è stato regalato, allora quale migliore ragione per non smanettarci su? 🙂

l’OS precedente era compromesso quindi decido di installarci sopra la distribuzione che dopo Debian ha preso il mio cuore… Ubuntu, installo la 14.04 LTS.

Non vi annoio su come installarla, in giro trovate documentazioni serie e ben fatte. Vi posso dire che l’installazione è stata semplice e senza particolari problemi, tutti i device del dispositivo funzionano correttamente.

Comincio quindi ad usarlo per le solite cose, leggere un giornale, le email, guardare qualche filmato su youtube.

Il computerino lavora discretamente ma ogni volta che c’e’ una scrittura su disco SI PIANTA.

Provo ad allegerire UNITY, interfaccia che ho imparato ad apprezzare, ma scopro che non esiste piu’ la versione 2D ad effetti ridotti!!!!!

Bene, usare il netbook in queste condizioni non è possibile, occore essere radicali. Installo cosi FVWM, il window manager che usavo anni fa, ed il sistema è diventato utilizzabile. In un attimo di euforia ho provato ad avere un ambiente un pelino più desktop ed ho installato XFCE.

Il risultato è che con FVWM il sistema è molto reattivo e pulito, a me piace e credo che manterrò tale configurazione, anzi sto pensando a questo punto di passare a Debian per poter alleggerire al massimo :).

XFCE installato con un bel “sudo apt-get install xubuntu-desktop” è ancora molto usabile e devo dire che come ambiente desktop ha tutto quello che serve.

Ad un certo punto ho dovuto però fare i conti con il mio essere “borghese“, da tempo ho smesso di configurare il sistema usando i file in /etc e di ricompilare il kernel per ottimizzare al massimo, da anni installo Ubuntu “così come è”, “visto e piaciuto”, e via.

Tutto ad un tratto mi sono accorto che non riuscivo ad usare ma mia chiavetta 3G per collegarmi ad internet!!! Il motivo? semplice l’applicativo per il collegamento è integrato in Unity e non disponibile per gli altri ambienti.

Provo ad usare il caro vecchio wvdial che usavo ai tempi di Debian con il modem a 33.6K, ma nulla da fare.

Cerco in rete e finalmente trovo Sakis3g. L’installazione è semplice:

  1. scaricate il file da http://www.sakis3g.com/#download
  2. scompattate il file con un bel: tar -xzvf sakis3g.tar.gz
  3. cambiate gli attibuti per rendere eseguibile: chmod +x sakis3g
  4. lanciate: ./sakis3g --interactive

Vi appariranno delle schermate per la configurazione, tenete a portata di mano l’APN del vostro gestore, nel mio caso mi indicava già tutto, ma non è detto che vada sempre bene.

Lanciato l’applicativo in pochi secondi sono stato in rete con il caro FVWM 🙂

fvwm_acerone

Annunci

Come installare Intel(R) Fortran Compiler XE 12.1 su Ubuntu 12.04 LTS

Intel offre da anni una versione gratis del suo compilatore fortran per scopi non commerciali e non c’è dubbio che tale compilatore sia tra i migliori se non il migliore attualmente disponibile.

Quindi se state realizzando un software non commerciale, una bella compilazione con il compilatore Intel e le sue ottimizzazioni per i processori Intel potrebbe darvi grandi soddisfazioni.

Bene cominciamo, per prima cosa occorre il compilatore, lo trovate qui: http://software.intel.com/en-us/articles/non-commercial-software-download/

Scaticate e scompattate il file e lanciate come root il file “install.sh”, vi apparirà il seguente menù:

date invio e andate avanti.

Ovviamente questo tutorial non avrebbe senso se l’installazione fosse stata semplice :), infatti vi trovere subito dei problemi:

Selezionate 2 per analizzare i dettagli.

Ed ecco l’origine dei nostri mali:

Provate a forzare l’installazione selezionando 1.

Legge la licenza ed alla fine digitate “accept”.

Alla schermata per l’attivazione scegliete il menù 1:

A questo punto occore inserire il codice seriale che vi è stato spedito via email durante la registrazione per il download del compilatore.

Alla seguente schermata indicate dove installare i files, /opt va benissino:

Bene siamo quasi alla fine seguite le indicazione dell’ultima schermata:

date quindi un bel “$ sudo /opt/intel/bin/compilervars.sh ia32”

Nel mio caso tale comando non ha dato esito, ho quindi provveduto per via manuale alla modifica della variabile $PATH aggiungendo il percorso dei file binari del compilatore.

date i seguenti comandi:

$ cd
$ gedit .profile

e modificate il file come segue:

tutto fatto 🙂

Buon lavoro

CAD per LINUX? Si grazie (seconda parte)

Un semplice aggiornamento del precedente post.

E’ disponibile Draft sight della Dassault System (il produttore del famosto SolidWorks), è gratuito,legge i .dwg e dopo quasi un anno che lo provo devo dire che è veramente ben fatto.

A mio parere il miglior CAD gatuito attualmente disponibile per Linux, e sicuramente perfetto per l’uso professionale.

L’ho usato per creare schemi oleodinamici, importando blocchi, incollando immagini, aprendo file preesistenti in .dwg e nonostante sia una beta mai un crash.

Cosa aspettate? Provatelo sulla vostra Linux box.

http://www.3ds.com/it/products/draftsight/download-draftsight/

P.S.: Se non avete Linux, potete provarlo sul vostro windows o Mac OSX

 

VNSTAT… sempre a propsioto della connessione ad Internet usando Linux ed il cellulare

Nell’articolo precedente abbiamo visto come usare il nostro cellulare ed il nostro bel computer con installato LINUX per collegarci alla rete.

A questo punto mi sembra doveroso integrare il precedente articolo con una mini guida su un tool quasi indispensabile 🙂

Non so voi che tipo di opzione/abbonamento avente per la navigazione in rete, ma nel mio caso ho un contratto a traffico dati giornaliero.

Questo significa che oltre una certa soglia di traffico scambiato (in entrata ed uscita) pago con una tariffazione differente.

Capite bene quindi la necessità di avere un qualcosa che tenga traccia del traffico fatto.

Bene avete capito esattamente di cosa parlo, possiamo passare ai fatti.

Cominciamo quindi con installare vnstat:

$sudo apt-get install vnstat

Ed in ogni caso a visitarehttp://humdi.net/vnstat/

A questo punto occorre creare il database per l’interfaccia di rete, che nel caso del nostro cellualre UMTS è /dev/ppp0.

Da shell diamo un bel:

$sudo vnstat -u -i ppp0

a questo punto abbiamo creato un database per il nostro traffico dati.

Vnstat può essere interogato in modi diversi:

 	 -q,  --query		 Interroga il database con resoconto completo
	 -h,  --hours		 Mostra il traffico orario
	 -d,  --days		 Mostra il traffico giornaliero
	 -m,  --months		 Mostra il traffico mensile
	 -w,  --weeks            Mostra il traffico settimanale
	 -t,  --top10		 Mostra i top10
	 -s,  --short		 Mostra un output senza dettagli
	 -u,  --update		 Aggiorna il database
	 -i,  --iface		 Indica l'interfaccia (default: eth0)
	 -?,  --help		 help
	 -v,  --version		 Mostra la versione
	 -tr, --traffic		 calcola il traffico
	 -l,  --live		 Mostra il transfer rate in tempo reale

Io utilizzo solamente le opzioni  “-l” per capire quanto sta comunicando il sistema e di tanto in tanto do un bel vnstat -d -i ppp0 per capire quanto traffico mi rimane.